Le terme di Riccione



foto di pubblico dominio

foto di pubblico dominio

Siamo in estate e la prova costume sembra già un ricordo. I fisici ormai sono ben allenati e la passeggiata in spiaggia è possibile. Ma siamo sicuri che  tutti se la possono permettere? L’esercizio fisico, si sa, aiuta a stare in forma. Molti sono i centri del benessere che offrono anche in estate servizi e supporti per scolpire e abbellire il proprio fisico. Come le Terme di Riccione.  L’ Aquagym svolta nell’acqua termale calda aggiunge un’ulteriore serie di benefici. Le acque sulfure salso bromo iodico magnesiache di Riccione Terme sono un vero e proprio farmaco, riconosciuto dal Ministero della Salute. L’acqua termale di Riccione Terme amplifica i risultati del movimento: tonifica, rende le gambe più belle, modella la figura, combatte la cellulite, leviga la pelle.
Riccione-Terme-LogoIl calore infatti stimola la circolazione, contrastando ristagni e cellulite, mentre il bromo, che è tra i numerosi elementi disciolti in acqua, rilassa diminuendo l’eventuale sensazione di dolore. Lo iodio migliora l’efficienza del metabolismo richiedendo un maggiore consumo di calorie, esaltando i risultati dell’attività fisica. Da aggiungere che lo zolfo, l’elemento principe dell’acqua termale, protegge le cartilagini e ha un’azione levigante sulla pelle e stimola il sistema immunitario.
Perché scegliere l’Aquagym nelle piscine termali?
“Si svolge nella vasca terapeutica con acqua termale a 30 gradi. È una ginnastica completa non solo dal punto di vista sportivo, ma ricreativo e svolta in gruppo ha anche un “effetto” socializzante. È meno gravosa per le articolazioni: in acqua il corpo è in assenza di gravita e le acque termali ricche di sali favoriscono il galleggiamento. I movimenti sono a basso impatto, perciò non c’è pericolo di incorrere in traumi da sovraccarico come nelle tradizionali palestre, ma allo stesso tempo richiede più impegno fisico.

Il movimento in acqua infatti trova una opposizione maggiore rispetto all’aria, maggiore è la velocità con la quale si eseguono i movimenti e maggiore è la resistenza, almeno così affermano gli esperti.
Da quest’anno Riccione Terme aggiunge l’Aquapilates, praticato nella piscina a 32 gradi. È un’attività più lenta, una ginnastica alla ricerca della corretta postura, che agisce su addominali, glutei e muscolatura lombare. L’acqua a temperatura più alta favorisce il rilassamento muscolare. Sono i muscoli contratti infatti quelli che portano a una postura scorretta.
L’offerta di Riccione Terme è molto più che Aquagym: gli abbonamenti comprendono anche il Percorso Termale Sensoriale, con 4 piscine a temperature differenziate (36°C – 34°C – 32°C – 30°C), ciascuna con un nome particolare che lasciamo ai curiosi il desiderio di scoprire.