XX giornata contro le mafie a Bologna

logo libera BolognaMafia, Camorra, ‘Ndrangheta, sacra Corona Unita, e altre organizzazioni criminali piccole o grandi, sembrano essere tornate prepotentemente di moda. Non che in passato siano state meno presenti, ma c’è stato un periodo in cui di esse se ne parlavo poco, per svariati motivi. Oggi se ne riparla, visto che il fenomeno non è per niente da eludere ed è ancora vivo ed efficace. Ecco perchè, il 21 marzo, si svolgerà la XX “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” promossa da Libera e Avviso Pubblico. “La verità illumina la giustizia” è il tema scelto per l’appuntamento che Bologna ospita per la prima volta. Quest’anno, in accordo con le associazioni dei famigliari, verranno infatti ricordate, insieme alle vittime innocenti delle mafie, anche quelle delle stragi del 2 agosto alla stazione della città delle due torri e di Ustica, di cui ricorre il 35esimo anniversario.

Logo_LiberaE nei giorni precedenti, verranno commemorati i caduti di Srebrenica, nel 20esimo anniversario del genocidio. Vittime innocenti delle mafie e vittime delle stragi sono legate, oltre che dal ricordo e dall’impegno di tutti, anche dalla domanda di verità e giustizia che si alza forte dai loro famigliari. Il 70% delle vittime innocenti di mafie non hanno ancora ricevuto giustizia, e lo stesso diritto è ancora negato ai famigliari di chi ha perso la vita nelle stragi.
Prima del 21 marzo altre manifestazioni sensibilizzeranno l’opinione pubblica sul tema delle mafie e soprattutto dei diritti delle vittime di esse, anche con eventi che apparentemente poco hanno a che vedere con commemorazioni o tavole rotonde. E’ il caso dell’iniziativa dal titolo “Sapori della legalità”. L’appuntamento è sempre nel capoluogo emiliano per sabato 14 marzo ali Arci Benassi di via Gavina 4, a partire dalle 20: la cena è su prenotazione (fino a esaurimento posti), telefonando, a partire dal 1° marzo, allo 051 451201; il costo è di 18 euro per gli adulti e 10 per i bambini al di sotto dei dieci anni.
Il menù, composto in parte da prodotti o ingredienti Libera Terra, consisterà in antipasto, due primi, un secondo e dolce. L’evento è una tradizione per l’Arci Benassi: dato il gradimento registrato dall’iniziativa, questo è il decimo anno dell’appuntamento. La cena, servita da volontari, sarà accompagnata anche da musica dal vivo.
Il ricavato della cena sarà devoluuto in beneficenza all’associazione Libera. Per conoscere i luoghi e gli appuntamenti legati alla manifestazione si può consultare il sito www.libera.it