Qoco, un filo d’olio nel piatto. Turismo e cucina

gruppo_3069.jpg

Castel del Monte si erge, imponente, chiaro, dall’architettura geometrica, pulita,  all’orizzonte.

Così lo vedo ogni volta che mi dirigo verso questo luogo incantato, in alto a sorvegliare l’intera pianura andriese circostante.

Dal 29 al 2 marzo c’è unaragione in più per visitare il castello e la città vicina di Andria. Torna, infatti, QOCO (Concorso Internazionale per Giovani Cuochi), organizzato dal Comune di Andria in collaborazione con Slow Food e l’Associazione Nazionale Città dell’Olio, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, della Regione Puglia, della Provincia di Bari e della Camera di Commercio di Bari. L’agenda dell’evento è ricca non solo di appountamenti legati al concorso, ma di iniziative parallele per i turisti.

Il 29 febbraio, 8 chef giovanissimi, proveiniente dai Paesi del Nord Europa si sfideranno realizzando un piatto a tema libero e uno a tema stabilito, seguiti dal tutoraggio di altrettanti chef pugliesi.

Il 1 marzo si terrà la premiazione, un  red carpet gastronomico, sul quale sfileranno i vincitori. La selezione e la scelta sono affidate ad una Giuria tecnica presieduta da Alfonso Iaccarino. Filo rosso che lega il concorso è il rapporto della cucina con l’olio extravergine, oro verde pugliese, prezioso bene delle terre di questa regione, dall cucina semplice, legata a mare  e alle verdure, condita sempre da un filo di extravergine di oliva profumato.

La sera di sabato (1 marzo) Andria si trasformerà: in una scenografia di antichi alberi di ulivo e teli di lino stesi tra i rami (secondo un antico uso contadino ottocentesco), la piazza centrale diventerà una cucina a cielo aperto. Cucine a vista,  degustazioni per tutti, invitati a sedere per assaggiare i piatti del Concorso.   Pietro Zito, patron di Antichi Sapori, presiederà la serata.

Oltre al concorso, QOCO è anche promozione del territorio e turismo: l’agenda degli appuntamenti da prenotare per il pubblico è lunga, piacevole e ricca, e va dalle passeggiate naturalistiche sulle Murge (con workshop fotografico), alle visite e degustazioni guidate in frantoi e aziende, fino alla merenda in masseria (con minicorsi di cucina), la domenica è dedicata al “pranzo nell’orto”, e altro ancora per week end di primavera con “un filo d’olio nel piatto”.

 Info e prenotazioni per il pubblico: 0883/290378 [email protected] – www.qoco.it