A Zola Predosa (BO) Villa Garagnani “Edvige, fa festa!”



Villa_Edvige_GaragnaniIl piccolo comune di Zola Predosa, alle porte di Bologna, non è nuovo ad iniziative di respiro nazionale e internazionale. Basti pensare all’evento Mortadella Please, che ogni anno in autunno richiama decine di migliaia di persone che vogliono degustare o conoscere l’insaccato tipico chiamato anche più comunemente “bologna”. Stavolta l’evento degno di nota non riguarda però la gastronomia, o almeno la riguarda solo marginalmente. Ad ospiterlo è la storica Villa Edvige Garagnani che martedì 18 novembre alle ore 18 proporrà “La provincia si rinnova – Storie di valorizzazione del territorio bolognese”.
L’incontro rientra nella serie di iniziative nei territori coinvolti attraverso i quali la Provincia illustra i risultati dell’utilizzo dei fondi europei del Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale del settennato 2007-2013, teso a creare nuove opportunità di fruizione al patrimonio ambientale, naturalistico, storico e culturale della Regione e arricchire, integrare e completare l’offerta turistica esistente.
La Provincia ha ottenuto oltre 7,2 milioni di euro: 3.600.000 euro per i progetti dei Comuni e 3.637.200 euro per le imprese, che a Zola Predosa hanno portato alla riqualificazione degli spazi di Villa Garagnani e al recupero della rete dei percorsi storici del Parco Campagna, oltre al finanziamento di alcune imprese del territorio circostante.
Per illustrare i progetti realizzati interverranno il sindaco del Comune di Zola Predosa Stefano Fiorini, Graziano Prantoni, vicepresidente della Provincia di Bologna con delega alle Attività produttive e Turismo, Marco Landucci assessore alle Attività produttive del Comune di Zola Predosa e Francesco Cavazza Isolani presidente del Consorzio Pignoletto Emilia-Romagna. Il video “La provincia si rinnova”, proiettato con accompagnamento musicale dal vivo di Antonio Amabile, descriverà per immagini gli interventi finanziati.

VillaGaragnaniinternoCOMUNEZOLAPREDOSAA seguire, un assaggio dei vini del Consorzio Regionale del Pignoletto che tutela, promuove e valorizza il Pignoletto, unico vino
prodotto in tutta la Regione che più di ogni altro la rappresenta. Il nuovo Consorzio, che  comprende circa 7000 produttori fra cantine, cooperative e privati, trova la sua sede proprio nella prestigiosa residenza settecentesca Villa Garagnani. Per chiudere la serata, il concerto del virtuoso strumentista del clarinetto e del sax alto Guglielmo Pagnozzi con il Voodoo Sound Club, gruppo che propone una miscela esplosiva di funky, afrobeat, jazz e suoni etnici del mondo.
pignolettoSi tratta quindi di un evento che tende a far conoscere ai cittadini come e in che modo le risorse economiche concesse dall’Unione Europea hanno dato frutto e quali sono ancora i progetti da realizzare per rendere il territorio della provincia bolognese ancora più bello ed “appetibile” dal sempre più esigente popolo dei vacanzieri.