Ustica: i segreti del mare

Lo Scoglio del Medico, Ustica

Lo Scoglio del Medico, Ustica

 

Foto CC BY-SA di Stefano

Siamo ad Ustica, in provincia di Palermo, nella bella Sicilia. Ustica è un comune che prende il nome dall’isola sulla quale sorge, un’isola di origine vulcanica caratterizzata da tantissime e meravigliose grotte ,scogli e secche. Tra tutti spiccano la Grotta Verde, la Grotta Azzurra, la Grotta delle Colonne, la Grotta della Pastizza, la Grotta dell’Oro.

Il territorio è caratterizzato da un paesaggio vegetale che ospita ulivi, mandorli, viti, tanti alberi da frutta, lentisco ginestre e altre specie.

Ma ciò che davvero colpisce ad Ustica è il suo mare, un mare di una bellezza tale tanto da fare valere la definizione di regno dei subacquei. I ricchi fondali custodiscono una flora ed una fauna uniche nel mediterraneo. Coralli, rose di mare, colori tropicali e vegetazione rigogliosa.

Ustica oltre che per il suo magnifico paesaggio è anche nota per la Strage di Ustica del 27 giugno 1980, una tragedia aerea che, seppur si è consumata ad una notevole distanza dall’isola, vede come punto di riferimento geografico proprio Ustica.

 

Ustica

Ustica

Foto CC BY di Magnus Manske

Oltre al mare, chi decide di trascorrere una vacanza ad Ustica potrà visitare diversi luoghi, vediamoli insieme:
Al Museo Archeologico Torre di Santa Maria sono conservati reperti degli insediamenti delle antiche civiltà di Ustica, reperti dell’Età del Bronzo e reperti che testimoniano i rapporti tra i popoli preistorici del Mediterraneo.

Molto interessante il Villaggio di Tramontana sito poco distante dal centro abitato. Si tratta di un villaggio preistorico risalente all’età del bronzo

All’ Acquario dello Spalmatore che si trova all’interno della riserva marina, si può ammirare una raccolta di specie acquatiche del mediterraneo.
Tra gli itinerari da non perdere ci sono senza dubbio

Lo Scoglio del Medico

Il Castello saraceno

L’Acquario dello Spalmatore che raccoglie le specie più interessanti del Mediterraneo

La Torre dello Spalmatore: all’interno da non perdere i filmati subacquei, la Biblioteca del mare e il laboratorio di ricerca scientifica

I ruderi del villaggio preistorico in località Tramontana, e la necropoli a cala del Camposanto

L’osservatorio da dove si può ammirare tutta l’isola

 

Faraglioni di Ustica

Faraglioni di Ustica

Foto CC BY-SA di Giorgio Minguzzi

Il mare di Ustica

Nel 1987 è stata istituita la prima Riserva Marina in Italia, a fine di preservare il mare dell’isola. Una mare ricco di fauna marina e flora, abitato in particolare dalla Posidonia oceanica chiamata anche “polmone del Mediterraneo” per la sua proprietà di trasformare l’ossigeno in acqua.

La riserva si divide in tre parti: la zona A che è la zona di riserva integrale, la zona B che è la zona di riserva generale e la zona C che è la zona di riserva parziale.

Zona A: Cala Sidoti e Caletta sono due meravigliose e poco profonde calette dove, per quanto riguarda la zona A si può fare il bagno e dove si può usufruire di una sorta di seawarching guidato che consente di percorrere un sentiero subacqueo molto interessante.

Zona B: faro di Punta Cavazzi e piscina naturale si trova all’estremità sud orientale dell’isola ed è una delle località più interessanti dell’isol. Le acque antistanti il faro di Punta Cavazzi consentono ai sub la possibilità di praticare immersioni fino a 24 metri lungo un itinerario archeologico.

Zona C: da Cala Santa Maria alla Grotta Azzurra. Da Cala Santa Maria, nuotando lungo la costa per circa 300 metri, si arriva alla Grotta Azzurra.

Gite in barca ed escursioni

Chi opta per una vacanza ad Ustica dovrebbe non perdersi almeno una gita in barca.
Una bella escursione parte dal porto di cala Santa Maria verso sud e da subito si incontrano le prime grotte: la grotta Azzurra, la grotta Accademia, la grotta delle Barche e la grotta del Tuono. Si giunge a punta Cavazzi uno dei luoghi più belli dell’isola, e procedendo si giunge vicino a punta dello Spalmatore, continuando si arriva vicino a punta Megna e si può vedere lo Scoglio del Medico, la cui storia è legata ad una inquietante vicenda: un re saraceno vi avrebbe lasciato morire di fame il suo dottore perché non era stato in grado di guarire sua figlia.

Molto belle le escursioni subacquee che nei fondali di punta Spalmatore, consento di ammirare antichi relitti che custodiscono tesori sommersi. Si può anche visitare la grotta Segreta.
E si ci può immergere nella zona a riserva integrale, ma solamente con le guide della riserva

Molto interessante sapere che l’Università del mare in collaborazione con l’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee e la Riserva Naturale Marina dell’isola di Ustica, organizza ad Ustica lezioni di Archeologia Subacquea

Tra gli eventi del 2014 citiamo:

il 1 agosto 2014 la seconda edizione de “Illumina un desiderio” tra storia, cultura e musica;

il 14 settembre 2014 “Totanata fest”;

da Giugno-Settembre 2014 “II Edizione l’Angolo fiorito”.

Ogni anno il 18 di Maggio si celebra la Festa della madonna dei pescatori, una commovente festa che prevede una processione che parte dalla chiesa madre e che termina nel porto per continuare in mare dove la statua della vergine viene caricata su una barca di pescatori per fare il giro dell’isola

il 01-06-14 si tiene la Festa del mare

Il 03 agosto si fa festa con preistojazz

Il 14 agosto ed il 15 musica

Il 23 Agosto si celebra la Festa del Patrono San Bartolomeo con la fiera il giorno successivo, il 24 Agosto. La festa include spettacoli artistici, fuochi d’artificio e gara di barche.

Il 06 settembre appuntamento con il preistojazz

Il 07 Settembre si celebra la Festa della madonna alla croce ed il 20-21 Settembre c’è la festa di san Bartolicchio a tributare la piccola statua di San Bartolomeo che si trova in contrada Oliastrello.