Cosa vedere a Manfredonia

Cattedrale di Manfredonia

Cattedrale di Manfredonia – Foto CC BY di Croberto 68

Scoprire Manfredonia &  i dintorni, ovvero il Gargano

Siamo nel tacco dello stivale d’Italia, nella soleggiata Puglia, siamo a Manfredonia un comune tra i più grandi della sua regione.

Una città che ha le sue origini nel tredicesimo secolo e che sorge sul golfo di Manfredonia a sud del Gargano.

Quando si parla di Manfredonia occorre parlare di tutta la zona della quale questa città fa parte: il Gargano.

Dici Gargano e dici verde della natura che si confonde con l’azzurro del mare, il massiccio montuoso, compreso nel Parco del Gargano ed il mare con le sue suggestive località marittime.

Al largo del Gargano troviamo le Isole Tremiti, le perle dell’Adriatico, in cui sono state trovate tracce dell’antichità.

Le  isole, ogni anno sono affollate di turisti, attratti dallo splendido mare, dai fondali rocciosi, e dalle numerose calette, sono luoghi ideali per trascorrere una vacanza a stretto contatto con la natura e con una cultura che affascina.

Nel Gargano c’è tanto da fare: Manfredonia, il castello medievale, la cattedrale barocca, il Museo Nazionale del Gargano, San Giovanni Rotondo, luogo della memoria di Padre Pio da Pietralcina. Monte Sant’Angelo, la Sacra Grotta, il Castello Normanno, la tomba di Rotari.

E Vieste con la sua cattedrale, il Museo Archeologico e quello Malacologico, che raccoglie conchiglie provenienti da tutto il mondo, la fortificazione sveva, attorno alla quale nei secoli sono nate, separate da vicoli e scalinate, le casette bianche di Vieste.

E poi Peschici, vicoli stretti e case bianche, il castello, i ruderi dell’abbazia di Santa Maria, la cattedrale di Sant’Elia, la chiesa della Madonna di Loreto, con gli ex voto dei marinai scampati alle furie del mare. Pittoresco Ischitella, uno dei paesi più caratteristici dell’entroterra per la sua struttura a pettine e le antiche mura.
Manfredonia è bella, ed è uno scrigno di bellezze naturali, storiche ed artistiche.

Per questo è una meta molto ambita dai turisti che durante l’estate affollano questo comune che vede moltiplicarsi i suoi oltre 57.000 abitanti. Il suo territorio è caratterizzata dalla costa del suo golfo, da una parte montuosa nella parte settentrionale che fa parte del Parco Nazionale del Gargano.

Cosa visitare a Manfredonia

A Manfredonia ci sono tante cose da fare e da vedere.

Molto interessante il Castello svevo angioino aragonese che oggi è sede del Museo Archeologico dove sono custodit le stele daunie.

Per quel che concerne gli edifici religiosi sono meritevoli di visita la Chiesa di San Leonardo (Nunzio Tomaiuoli) che si trova sulla strada per Foggia, la Chiesa di San Domenico (Nunzio Tomaiuoli), la Chiesa Cattedrale (Nunzio Tomaiuoli), la Chiesa di San Benedetto (Tommaso Prencipe) che si trova nel centro storico, la Chiesa di San Francesco (Michele Guglielmi) costruita nel 1348.

Ciò che più affascina di Manfredonia è l’aspetto rurale del territorio che si evince nelle Masserie, complessi nati tra la seconda metà del Settecento e la fine dell’Ottocento.

Le Masserie si distinguono tra gli edifici costruiti per i soggiorni estivi dei nobil e tra quelle “da campo”. Oltre le masserie ci sono bellissime ville rustiche e i particolari casini.

A Manfredonia si possono ammirare diversi palazzi, quello Delli Santi, Palazzo De Florio, Palazzo Cessa, Palazzo Celestini, tutte tipologie di edifici che hanno una storia da raccontare e di notevole interesse architettonico.

E poi il Convento dei Capuccini dove si convertì San Camillo De Lellis e ancora la Chiesa di Santa Maria Regina, la Chiesa Santa Maria Regina, la Chiesa di San Carlo Borromeo.

Manfredonia Castello

Manfredonia Castello – Foto CC BY di Bultro

Tra i monumenti citiamo la Fontana Piscitelli che si trova dal 2003 nella Piazza Falcone Borsellino vicino alla Chiesa Sant’Andrea Apostolo.

Oltre a Chiese, a palazzi ed a monumenti a Manfredonia ci sono parecchi luoghi di interesse naturalistico come la Grotta Scaloria che venne scoperta nel 1932 durante la costruzione dell’acquedotto. La Grotta scaloria si apre a 45 metri sul livello del mare.

Da visitare anche il Lago Salso che fa parte del Parco Nazionale del Gargano dove si possono ammirare diverse varietà di uccelli migratori.

A Manfredonia ci sono diverse aree verdi, i maggiori sono il Parco delle Rimembranze e la Pineta.

Ma Manfredonia è bella da girare a piedi, ogni via ha qualcosa di interessante. In via Tribuna possiamo ammirare il Convento dei Frati Minori con la chiesa di S. Maria delle Grazie, qui si trovano la statua di San Leonardo (proveniente dalla Chiesa omonima) ed opere del ‘700.

Il centro di Manfredonia custodisce gli edifici più antichi come il Palazzo comunale sito in Piazza del Popolo dalla quale si può vedere anche una parte del Palazzo Mettola.

Di fronte è sito il Duomo, dedicato a San Lorenzo.

Un altro grande edificio è quello di San Benedetto. Si trova qui anche la Chiesetta di San Matteo.

Manfredonia_vista_dal_Faro

Manfredonia vista dal Faro – Foto CC BY di Salvatore Triventi

Manfredonia a tavola

Io comune denominatore di tutta la cucina pugliese è la semplicità, la genuinità. I piatti manfredonesi sono piatti preparati con ingredienti base: farina, olio di olica, verdura fresca e secca, pesce e carne.

La farina da vita a meravigliose pagnotte, a pasta fatta in casa ed a spettacolari focacce.

La pasta era ed è la protagonista delle tavole, orecchiette, maccheroni, lasagne (lagane) condite con i più svariati tipi di salse. Rucola e pomodori, sugo di conisglio selvatico, peperoni fritti, asparagi, sugo di seppie. Per quanto riguarda i secondi piatti troviamo in primis il pesce fresco come i polipi, le seppie, le spigole, le sogliole, le triglie di tutte le misure (le agostinelle del golfo), i calamari, le murene, , le orate, i dentici, , gli sgombri, le anguille, i frutti di mare.

Anche i formaggi sono tra i piatti della cucina tipica di Manfredonia. Per quanto riguarda i latticini troviamo mozzarelle, scamorze, pecorino, provolone, ricotta.

Manfredonia: come arrivare

Manfredonia si può raggiungere in aereo, in autobus, in auto, in treno. Vediamo come

 Arrivare  a Manfredonia in aereo

Gli aeroporti più vicini a Manfredonia sono:

l’aeroporto di Bari
l’aeroporto di Pescara
(la distanza è di 150-200 Km circa)

Arrivare  a Manfredonia in treno

Alla stazione di Foggia c’è la coincidenza con treno locale o servizio sostitutivo

 Arrivare  a Manfredonia in autobus

Sono a disposizione diverse linee che coprono l’area del Gargano. Per informazioni potete visitare i seguenti siti
www.ferroviedelgargano.com
www.sita-on-line.it
www.sapsbusline.it

Arrivare  a Manfredonia in auto

AUTOSTRADE dal Nord A 14 (Bologna-Taranto) uscire al casello Foggia e immettersi sulla S.S. 89 Foggia-Manfredonia.

AUTOSTRADE dal Centro e dal Sud A 16 (Napoli-Bari) uscire al castello Candela-Foggia e immettersi sulla tangenziale per Foggia quindi proseguire sulla S.S. 89 Foggia-Manfredonia.

AUTOSTRADE da Taranto-Bari A 16 uscire al casello Cerignola Est e immettersi sulla strada che porta a Manfredonia Da tutti i paesi del GARGANO con mezzi automobilistici di linea.
Ecco le distanze chilometriche da Manfredonia per le principali città italiane e per i capoluoghi di provincia della Puglia

Milano Km. 814 – Torino Km. 936 – Genova Km. 881 – Aosta Km. 1016 – Bologna Km. 596 – Trento Km. 881 – Venezia Km. 689 – Firenze Km. 642 – Trieste Km. 838 – Perugia Km. 492 – Roma Km. 389 – L’Aquila Km. 332 – Napoli Km. 210 – Reggio C. Km. 595 – Palermo Km. 855 – Foggia Km. 39 – Taranto Km. 199 – Brindisi Km. 226 – Lecce Km. 265 – Bari Km. 112