Cosa visitare ad Orte, magari durante la festa di Sant’Egidio



orte

Orte

Foto CC BY di Magnus Manske

In provincia di Viterbo c’è un luogo considerato la perla della Tuscia tibertina. Si chiama Orte ed è un luogo dove la tradizione la fa da padrona. Il suo patrono Sant’Egidio è forse uno dei patroni più festeggiati d’Italia e la devozione degli abitanti di Orte per lui è commovente e contagiosa.

Orte conta oltre novemila abitanti e la sua posizione la rende un luogo strategico per i collegamenti stradali e ferroviari. Il centro storico di questo paese racconta quelli che sono stati i lustri del passato e custodisce diverse opere d’arte, il tutto in un contorno di tutto rispetto:  la media valle del Tevere dove la natura è praticamente incontaminata.

La storia millenaria di Orte ha raccolto il patrimonio degli Etruschi, che qui hanno vissuto dal VI secolo e che qui hanno lasciato le loro tracce; ha raccolto tracce dei romani, dei Longobardi, Arabi del Rinascimento.

Anche le vissicitudini più tragiche come le epidemie, come il crollo del ponte sul Tevere avvenuto nel 1524, sono oggi parte di una storia ricca.

Chi visita questo paese dovrebbe farlo durante la festa di Sant’Egidio che si tiene dagli ultimi giorni di Agosto fino ai primi giorni di Settembre ma, indipendentemente dal periodo nel quale si visita, non si dovrebbe perdere l’Orte sotterranea.

Una interessantissima visita che corrisponde ad una sorta di viaggio nel tempo tra i cuniculi di quello che era l’acquedotto di epoca preromana. Cisterne, pozzi, fontane realizzati nel tufo.
Altra attrativa di Orte è la Cattedrale di Santa Maria Assunta che si trova accanto al Palazzo Vescovile e che si affaccia su Piazza della Libertà, la piazza principale di Orte.

Ma la caratteristica principale di questa città di provincia è il suo folklore che si evince soprattutto dai festeggiamenti del suo Santo Patrono che hanno antiche radici risalenti a prima che Sant’Egidio venisse proclamato patrono di Orte.

Le celebrazioni in onore di Sant’Egidio hanno da sempre coinvolto anche le istituzioni pubbliche che da sempre, fin dall’antichità, hanno proferito grande impegno per organizzare i festeggiamenti. oggi l’organizzazione Ottava Medievale sovraintente tutti i festeggiamenti.
(informazioni sul sito www.ottavamedievale.it).

Nell’antichità Sant’Egidio si festeggiava con manifestazioni, processioni solenni e con una grande fiera di merci in città e di bestiame oltre il fiume chiamata Fiera dei Campanelli, pubblicizzata fino a Perugia e a Norcia.

Oggi i festeggiamenti, giunti alla 39° edizione, sono una meravigliosa rappresentazione fatta di rievocazioni storiche, di gare sportive, di momenti culturali e folkloristici. Le protagoniste sono le Sette Contrade del centro storico della città: Contrada San Gregorio, Contrada Porcini, Contrada Sant’Angelo, Contrada San Giovenale, Contrada olivola, Contrada San Biagio e Contrada San Sebastiano, è attorno a loro che ruotano i festeggimenti. Ogni contrada  celebra Sant’Egidio per un intero giorno  con giochi, con spettacoli e concerti. La bellezza dei festeggimenti sta anche nel fatto che  ogni Contrada ospita i visitatori aprendo la propria taverna, i locali di particolare importanza storica-architettonica.

L’antagonisto bonario tra le sette contrade si combatte anche a tavola sotto l’aspetto gastronomico dove i protagonisti sono i prodotti tipici locali. Dopo sette giorni di festeggiamenti,  l’ottavo giorno il Palio degli Arcieri gareggia, ognuno per la propria Contrada, per vincere  l’anello d’argento che misura 10 cm. La gara si tiene nella piazza centrale. Il tutto si svolge in un’atmosfera fiabesca, storica complici gli appartenenti delle contrade vestiti con  abiti trecenteschi.

Orte

Orte

Foto CC BY di Archenzo

Altro appuntamento attesissimo della manifestazione è il “Palio de’ lo libero Comune di Orte”.  Una gara in costume, dove il rullo dei tamburi, il tifo dei contradaioli, rendono la manifestazione uno spettacolo capace di fare ritornare bambini anche gli adulti.

Sant’Egidio.

Ci sono diversi dati sulla vita del Patrono di Orte. Alcuni di questi affermano che il Santo è nato agli inizi del VII secolo ad Atene e poi andò in Provenza e qui fonda un monastero vicino ad Arles. La sua morte, secondo questa fonte, è avvenuta nel 725 ed al monastero venne dato il suo nome: Abbazia di Saint- Gilles.
Tra le leggende che raccontano la storia del Santo ne spicca una che narra che Egidio viveva come eremita nella regione francese Languedoc-Roussillon, al suo fianco una cerva che offriva ad Egidio il suo latte. Durante una battuta di caccia Egidio venne colpito alla gamba al posto della cerva che si salvò.

Chi visita Orte dovrebbe approfittare per vedere i Laghi ed i Vulcani della Provincia di Viterbo. Il territorio che ospita questa zona ha origine proprio dall’attività eruttiva di tre cpmplessi vulcanici: vulsino, vicano, cimino.

Il Lago di Bolsena, si è formato nel cratere di un vulcano spento. Al suo interno ci sono due isolette Bisentina e Martana, con i bellissimi borghi che lo costeggiano.
Nel lago di Bolsena vivono diverse specie di pesci: le anguille, il coregone, il persico reale, il luccio, la carpa, la tinca.

Un altra festa concomitante con quella di Sant’Egidio si svolge dal 3 al 5 settembre il borgo di Torre Alfina ospita  la manifestazione “Ponti nel Tempo”, una rievocazine dell’antica festività celebrata in onore della Madonna del Santo Amore. Si tratta di una festa in stile medievale dove ci sono vanchetti, musica, mercatini e il Palio della Torre un divertente gioco tra contrade.

Orte e dintorni

Orte e dintorni

Foto CC BY di  Mediamenta

Dove mangiare e dormire  agriturismi

tenuta la torraccia Località Torre Zelli – Tel. 327 2354439 www.tenutalatorraccia.it
la Vecchia Fattoria Loc. Campo Antico – Tel. 0761 492377 www.lavecchiafattoria.info
la chiocciola Località Seripola – Tel. 0761 402734 www.lachiocciola.net
agriturismo Bagnolese Località Castel Bagnolo – Tel. 0761 400568 www.agriturismo.biobagnolese.it
campo antico Via Amerina, km. 5,500 – Località Cacciarino Tel. 0761 402380 – www.campoantico.com

B&B

casale cristina via Amerina (direzione Amelia) km. 4,500 Tel 0761 402407 – www.casalecristina.com casale eredità Vocabolo Lucignano 16 – Tel +39 0761.403206 www.casaleredita.it casale piantata Loc. Lucignano 18 – Tel 0761.402938 www.casalepiantata.it la Grotticella Via Magenta 9/11 – Tel 0761.283238-493544 www.lagrotticellaorte.com

Hotel

albergo tevere ★★★ Via Terni, 10 – Tel. 0761 402096 www.albergoristorantetevere.com Hotel letizia ★★★ Via Carducci 3 – Tel. 0761 498004 – 338 8087873 www.hotelletizia.info Hotel lazio ★★★ Via Lazio 1 – Tel. 0761 402575 –
www.hotel-lazio.it carpe Diem ★★★ Via Terni 42 – Tel. 0761 402237 – www.hotelcarpediem.it albergo aquila ★★★ Via Lazio 4/b  – Tel. 0761 402012 – www.aquilahotel.it

Came arrivare ad Orte

DA ROMA:
Autostrada A1 direzione Firenze – Uscita 33 Orte
Direzione SS204

Ferrovia linea Roma-Firenze oppure Roma-Ancona – Stazione di Orte
DA FIRENZE:
Autostrada A1 direzione Roma – Uscita 33 Orte
Direzione SS204

Ferrovia linea Roma-Firenze – Stazione di Orte
DA PERUGIA:
E45 [SS3BIS] verso E45 / A1 / Terni / Orte / Roma
Direzione SS204

Ferrovia linea direzione Roma – Stazione di Orte

Sommario
Data
a proposito di
Orte
Voto
51star1star1star1star1star