Bagnata da due mari, la Puglia è tra le regioni dell'Italia continentale che hanno il maggiore sviluppo costiero. Essa si affaccia a est sul Mare Adriatico, a sud sul Mare Ionio. A nord- ovest confina col Molise, a ovest con la Campania e a sud-ovest con la Basilicata. La Puglia costituisce l'estremo lembo sudorientale del nostro paese; penetra nel Mare Adriatico con una penisola (il Promontorio del Gargano) che rappresenta lo “sperone” dello stivale d'Italia; e si insinua con un'altra penisola (la Penisola Salentina: il TALLONE) fra l'Adriatico e lo Ionio. Fra le regioni dell'Italia centromeridionale, la Puglia è la più pianeggiante: oltre metà del territorio è in pianura (Tavoliere di Puglia), il resto è costituito da colline e da poche decine di chilometri quadrati di montagne fra i 700 e i 1200m. I Monti della Daunia, al confine con la Campania e il Molise, sono un gruppo secondario dell'Appennino Campano e raggiungono la massima altitudine con Monte Cornacchia(1151m). Le coste hanno caratteristiche diverse; a nord del Gargano sono qua e la paludose; nel Gargano sono alte e scoscese; a sud del Gargano fino al Capo d'Otranto, che è il punto più orientale del territorio italiano, sono basse, uniformi e sabbiose; a sud del Capo d'Otrantosono alte e rocciose fino al Capo di Santa Maria di Leuca e da qui fino a Taranto, sul Mare Ionio, sono alte ma con tratti sabbiosi e pianeggianti; da Taranto al confine con la Basilicata sono di nuovo basse e sabbiose. Di fronte al Gargano sono situate le piccole isole Tremiti; di fronte a Taranto le ancor più piccole Cheradi. Molto povera d'acqua, la Puglia ha i suoi fiumi principali del Tavoliere: il Fortore, il Candelaro,il Cervaro, il Carapelle e l'Ofanto. A nord del Gargano vi sono due laghi costieri: quello di Varano e quello di Lesina.

10 oggetti visualizzati di 205

Conto:
Ordina per:
Ordine: